E’ un quadro clinico caratterizzato dalla impossibilità da parte del paziente di effettuare movimenti volontari sul piano orizzontale.

Nel tentativo di fissare un oggetto compare un movimento a scosse del capo nella direzione opposta.

Verosimilmente la localizzazione della patologia e’ sopranucleare.

Raramente si presenta in forma isolata, spesso e’ associata a ritardo psicomotorio.

La possibile, anche se rara, regressione parziale della sintomatologia oculare, e l’osservazione che le saccadi volontarie sono fisiologicamente assenti nelle prime settimane di vita , fanno pensare che l’aprassia congenita possa essere riferita ad un ritardo di maturazione del SNC.

Visualizza il video

Pagine precedente